Scaricatore a pompa a basso profilo – Serie PT-200

Scaricatore a pompa a basso profilo – Serie PT-200

Specifiche dei prodotti

Modello PT-204 PT-206
Tipo connessione Filettata Filettata
Pressione massima consentita 150 psig (10 barg) 150 psig (10 barg)
Temperatura massima consentita 450 °F (232 °C) 450 °F (232 °C)
Materiale corpo Ghisa ASTM A48 Classe 30 Ghisa ASTM A48 Classe 30
Materiale del meccanismo Acciaio inossidabile con molla Inconel X-750 Acciaio inossidabile con molla Inconel X-750
Pressione operativa massima 125 psig (8,5 barg) 125 psig (8,5 barg)
Gamma di capacità 2.400 lb/h (1.089 kg/h) 3.700 lb/h (1.678 kg/h)

Scaricatore a pompa a basso profilo – Serie PT-200

Gli scaricatori a pompa a basso profilo serie PT-200 sono una soluzione non elettrica a bassa manutenzione per lo spostamento della condensa o altri liquidi da punti più bassi, con pressioni basse o spazi con vuoto fino a un'area con pressione o altezza maggiore. La condensa può essere riportata a temperature ben al di sopra del limite di 200 ˚F (93 ˚C) delle tradizionali pompe per condensa elettriche senza causare problemi di perdite dalle guarnizioni o di cavitazione.

CARATTERISTICHE

  • Funzionamento economico senza elettricità
  • Nessuna perdita dalle guarnizioni, nessun problema di girante o motore si traducono in minore manutenzione
  • Il profilo basso del corpo consente la collocazione in spazi ristretti, permettendo al contempo una testa di riempimento minima
  • Costi di installazione ridotti
  • L'unità standard è a sicurezza intrinseca, a prova di esplosione
  • Costruzione in ghisa per una lunga durata
  • Interni in acciaio inossidabile per assicurare resistenza alla corrosione e una lunga durata
  • Le molle sono realizzate in Inconel X-750 per una lunga durata
  • Tutti i preziosi BTU vengono catturati e reimmessi nel sistema
  • La pompa può essere utilizzata in pozzetti allagati senza pericolo di folgorazione o di guasti agli interruttori automatici

APPLICAZIONI TIPICHE

  • Sistemi di riscaldamento a bassa pressione
  • Scambiatori di calore o serpentine di processo con controllo del vapore modulante
  • Installazioni remote (tracciatura, serbatoi di stoccaggio o serpentine remote)
  • Sistemi sottovuoto
  • Aree pericolose (a prova di esplosione)
  • Ambienti caustici
  • Scarichi o aree sommerse
  • Serbatoi flash