Come funziona EvaPack™ | Armstrong | Americas

Il processo adiabatico è semplice, naturale ed estremamente efficiente.

EvaPack™ converte l’acqua in vapore acqueo utilizzando il processo adiabatico. L’aria secca passa attraverso un pannello ondulato di celle umidificate, costituite da fibre umide inorganiche. EvaPack™ utilizza il calore sensibile dell’aria per far evaporare l’acqua, raffreddando e umidificando l’aria. Il processo adiabatico non consuma elettricità, rendendo EvaPack™ di Armstrong la scelta ideale per i data center che cercano di ridurre l’impatto ambientale.

Raffreddamento adiabatico diretto

Grazie al processo adiabatico, l’aria esterna viene raffreddata e umidificata, quindi immessa direttamente nella sala server.

Raffreddamento adiabatico indiretto

Dopo che l’aria calda di scarico è stata raffreddata con il processo adiabatico, entra in uno scambiatore di recupero del calore dove viene utilizzata per raffreddare l’aria fresca. Questa soluzione è particolarmente conveniente quando è necessario raffreddare l’aria esterna senza aumentarne l’umidità.

Grafico psicrometrico del processo adiabatico

Esistono due processi di progettazione psicrometrica comuni per l’umidificazione evaporativa.

Riscaldamento sensibile: linee orizzontali rosse

Umidificazione evaporativa: linee oblique blu

Riscaldamento + umidificazione (linea A-B-C)

Preriscaldamento + umidificazione + post-riscaldamento (linea A-D-E-C)

In entrambi i processi il rapporto di umidità (Δx) aumenta:

da Xin (A) a Xout (C).

L’efficienza di saturazione (η) o efficienza di raffreddamento è espressa in % e corrisponde al rapporto tra la temperatura di bulbo secco in ingresso e la temperatura di bulbo secco in uscita rispetto alla depressione di bulbo umido:

η = Raffreddamento reale/ Raffreddamento ideale = (Tin – Tout ) / (Tin – Twb )

con: 

  • Tin è la temperatura di bulbo secco dell’aria in ingresso,
  • Tout è la temperatura di bulbo secco dell’aria in uscita,
  • Twb è la temperatura di bulbo umido.

Per il processo di umidificazione B-C: l’efficienza del pannello è minore e il suo spessore è più sottile.

Per il processo di umidificazione D-E: l’efficienza del pannello è maggiore e il suo spessore è maggiore.

Configurazioni tipiche

L’umidificazione evaporativa diretta aggiunge umidità all’aria di mandata.

Riscaldamento + umidificazione

Preriscaldamento + umidificazione + post-riscaldamento (linea A-D-E-C)